logo farmacia fois

Il Vaccino Antinfluenzale

Informazioni utili per evitare il contagio

Data di pubblicazione: 21.01.2020

L’influenza è uno dei malanni stagionali più temuti, a causa delle ripercussioni più o meno gravi sull’organismo, soprattutto sui soggetti a rischio (bambini e adulti sopra i 65 anni). In Italia la stagione dell’influenza coincide con l’inverno e le sue caratteristiche variano di anno in anno.

Per influenza si intende l’infiammazione di tipo virale delle vie respiratorie (naso, gola e polmoni), da non confondere con le affezioni di origine batterica con cui spesso condividono i sintomi. I principali sintomi dell’influenza sono febbre alta, dolori muscolari, tosse, ma anche mal di gola, affaticamento, mal di testa. Talvolta e soprattutto nei bambini possono verificarsi nausea, diarrea e vomito, sintomi che scompaiono generalmente in circa 10 giorni.

Perché la vaccinazione contro l’influenza è importante?
Consigliamo la vaccinazione per arginare l’epidemia e proteggere i soggetti più a rischio. Il vaccino antinfluenzale è indicato per tutti coloro che non desiderano contrarre la malattia, ma soprattutto ai soggetti che potrebbero sviluppare complicazioni serie, come:
  • Bambini dai 6 mesi d’età e adulti fino ai 65 affetti da malattie croniche dell’apparato respiratorio, diabete, insufficienza renale, tumori, malattie infiammatorie croniche.
  • Soggetti di età pari o superiore ai 65 anni.
  • Soggetti di qualunque età ricoverati in strutture per lungodegenti.

È consigliato il vaccino antinfluenzale anche per i seguenti soggetti:

  • Persone che possono trasmettere il virus influenzali a soggetti a rischio, come i medici e personale sanitario.
  • Persone addette a servizi pubblici, quali forze di polizia.
  • Donatori di sangue.


Possono sottoporsi al vaccino antinfluenzale anche le donne in gravidanza. La vaccinazione per le donne in attesa è consigliata proprio per scongiurare il rischio di complicanze gravi. 

Per i soggetti che rientrano nella categoria a rischio secondo le Linee Guida Ministeriali il vaccino è gratuito, mentre per le restanti persone il vaccino ha un costo variabile che si aggira intorno ai 10€-20€. I Medici di Medicina Generale, i pediatri di libera scelta e il Dipartimento di Prevenzione della Asl sono gli incaricati alla vaccinazione che consiste in una iniezione intramuscolare (due somministrazioni a distanza di almeno 4 settimane per i bambini al di sotto dei 9 anni mai vaccinati prima). 

I vaccini antinfluenzali disponibili in Italia sono autorizzati dall’Agenzia Europea del Farmaco (EMA) e/o dall’Agenzia italiana del Farmaco (AIFA) e sono prodotti biologici sicuri per l’uomo perché sottoposti a test rigorosi sia durante la produzione, sia dopo la loro commercializzazione. 

Quando fare il vaccino antinfluenzale?
Idealmente si fa il vaccino contro l’influenza in autunno, da metà ottobre fino a fine dicembre, in modo da essere coperti all’arrivo del picco influenza, ma ciò non vuol dire che non ci si possa vaccinare anche successivamente soprattutto nei casi a rischio o se la stagione influenzale è tardiva. 

Va considerato che il vaccino inizia la sua missione di protezione circa due settimane dopo la somministrazione e che è possibile attuare una serie di precauzioni per limitare il contagio dell'influenza:

  • Lavate spesso le mani con acqua e sapone, soprattutto dopo aver starnutito e dopo aver frequentato luoghi o mezzi di trasporto pubblici. Il virus influenzale, infatti, si contagia per via area tramite le secrezioni respiratorie.
  • Evitate di mettere a contatto le mani non lavate con gli occhi, la bocca e il naso.
  • Coprite la bocca con un fazzoletto di carta quando starnutite o tossite e gettatelo via subito dopo.
  • Aerate regolarmente le stanze.


Per qualsiasi domanda o dubbio sull’influenza o sulla scelta del vaccino antinfluenzale non esitate a rivolgervi allo staff della nostra farmacia!